Un'esperienza di vita, non solo di studio

La storia del Politecnico di Torino (PoliTO per chi lo frequenta e lo vive ogni giorno) è ormai lunga più di 160 anni, e attraversa tutte le fasi dello sviluppo socio-economico del nostro Paese. L’ateneo è nato nel 1859 dalla Scuola di Applicazione per gli Ingegneri e dal Museo Industriale Italiano, che divennero Regio Politecnico di Torino nel 1906.

Sede storica del Politecnico è il Castello del Valentino, residenza sabauda. Nel novembre del 1958 venne inaugurato il grande complesso di corso Duca degli Abruzzi, successivamente ingrandito con l’espansione della Cittadella Politecnica, campus dove convivono aule e laboratori, formazione, ricerca e servizi alla città e alle aziende e sede di laboratori di ricerca di grandi gruppi industriali e di start up di successo.

Il Politecnico di Torino è diventato sempre più una scuola internazionale, in cui tradizione e futuro, passato e modernità si intrecciano. Oggi l’ateneo è accreditato dai ranking internazionali come una delle principali università tecniche in Europa, con circa 36.000 studenti, il 16% dei quali sono stranieri, provenienti da oltre 100 paesi.

Al Politecnico, formazione e ricerca nei campi dell’Ingegneria, Architettura, Design e Pianificazione si integrano e fanno sistema per fornire una risposta concreta alle esigenze degli studenti in un’ottica di forte internazionalizzazione delle attività didattiche, di ricerca e di trasferimento tecnologico.

Formarsi al PoliTO significa dotarsi di quelle competenze necessarie ad affrontare i cambiamenti e contribuire a risolvere i problemi più pressanti e gli interrogativi aperti dai tempi che stiamo vivendo. Questo anche grazie alla condivisione con la società degli importanti risultati ottenuti dalla ricerca e la valorizzazione delle attività culturali, sempre più cuore di un ateneo che vuole essere centro di una formazione politecnica che significa ricerca e tecnologia, ma anche cultura: letteratura, arte, musica, cinema e molto altro ancora, in un’ottica sempre più multidisciplinare e aperta.

Ecco chi siamo e dove vogliamo arrivare, nelle parole di presentazione del Rettore per il lancio del Piano strategico per l’Ateneo nei prossimi anni:

Video

Un’esperienza di studio al Politecnico è anche un’esperienza di vita: Torino è una città universitaria con oltre 100 mila studenti, una città a misura d’uomo, dove servizi, trasporti pubblici, residenze, si affiancano al divertimento e alle proposte culturali di un grande capoluogo, ricco di storia e aperto al futuro. E poi, vivere a Torino costa molto meno che in molte grandi città italiane: considerando la spesa per l’alloggio, il cibo, il telefono, i mezzi pubblici e il tempo libero, il costo mensile della vita a Torino si aggira sui 600/800 euro; se poi si aggiunge che il Politecnico ha alzato la soglia per aver diritto all’esonero delle tasse dovute all’Ateneo (fino a un’ISEE/ISEE parificata di 25.500 euro), studiare a Torino permette davvero di acquisire una formazione di alta qualità, con una spesa ragionevole.

Scopri di più sui servizi offerti dalla città agli studenti sul portale StudyinTorino.